Mentre sei probabilmente pieno di preparazioni per le vacanze, shopping dell'ultimo minuto e lo stress di folle e stress maggiori del normale, ecco un'altra cosa importante a cui prestare attenzione.

In questo periodo dell'anno è possibile diffondere allegria, ma c'è una cosa che non vuoi diffondere (o catturare!) - e questa è l'influenza.

Quest'anno, secondo la Centers for Disease Control and Prevention (CDC), la stagione influenzale è iniziata prima dell'ultima. E sebbene sia raccomandato che quasi tutti di età pari o superiore a 6 mesi vengano vaccinati poco dopo la disponibilità del vaccino (preferibilmente entro ottobre), non è troppo tardi per ricevere il vaccino.


La stagione influenzale è qui per rimanere, almeno fino a metà primavera. Ogni anno, oltre 200.000 persone vengono ricoverate in ospedale per complicazioni legate all'influenza. La stagione annuale dell'influenza è responsabile di un massimo di 36.000 decessi negli Stati Uniti ogni anno.

Ma forse sei della scuola che pensi di non aver bisogno (o desideri) di un vaccino. Molte persone (erroneamente) pensano di poter ottenere l'influenza dal vaccino stesso. Non è vero: il vaccino antinfluenzale contiene virus dell'influenza inattivati ​​che non possono causare malattie. Se opti per il vaccino spray nasale per te o tuo figlio, è importante sapere che sebbene lo spray contenga virus vivi, sono indeboliti e non possono causare l'influenza.

Potresti pensare: "Perché preoccuparsi di un vaccino? Ho sentito dire che il vaccino di quest'anno non ha segnato."


Gli scienziati devono decidere con largo anticipo della stagione influenzale quali ceppi del virus dell'influenza proteggono dall'influenza e il processo è una specie di colpo o di un fallimento: un gioco di indovinare istruito. Il tiro di quest'anno non è un "match" esatto per i principali ceppi virali che circolano; manca il segno su un ceppo specifico ma copre gli altri due.

"I primi risultati hanno mostrato che circa la metà dei virus trovati nei pazienti in questa stagione erano varianti del tipo preso di mira dal vaccino ... questo potrebbe aumentare la probabilità che anche coloro che sono stati vaccinati si ammalino", ha detto Charlene Chick, MD, del Rowan University School of Osteopathic Medicine, in una recente intervista con Newswise. Ma la (buona) buona notizia è questa: sei ancora protetto contro due comuni ceppi influenzali e, se ottieni il ceppo mutato, potresti riscontrare sintomi più lievi.

Un altro fatto importante da sapere è che ci vogliono circa due settimane dopo il vaccino perché l'organismo produca gli anticorpi necessari per la protezione. Durante questo periodo, sei ancora a rischio di contrarre l'influenza.

Quindi, mentre sei impegnato con allegria e gioia durante le vacanze, prendi queste precauzioni:

  • Lavati bene le mani. Probabilmente sarai in stretto contatto con molte persone in luoghi con finestre chiuse, un terreno fertile perfetto per i germi. Lavati dopo esserti soffiato il naso, tossendo o starnutendo e, ovviamente, prima di mangiare. Canticchia la canzone "Happy Birthday" dall'inizio alla fine, due volte, mentre ti lavi le mani.
  • Se il sapone e l'acqua non sono disponibili, utilizzare un disinfettante per le mani a base alcolica contenente almeno il 60 percento di alcol. Applicalo sul palmo di una mano, strofina le mani e strofina su tutte le superfici delle mani e delle dita fino a quando le mani sono asciutte.
  • Non toccarti il ​​viso. I virus sulle tue mani possono essere facilmente diffusi se tocchi gli occhi, il naso o la bocca.
  • Tieni i tessuti vicini. Cattura gli starnuti e copri le tosse con i fazzoletti, e lanciali subito dopo averli usati. Se un fazzoletto non è utile, gira e starnutisci o tossisci all'interno del gomito o addirittura della spalla.
  • Chiama malato. Potrebbe essere allettante tentare di risolverlo, ma non stai facendo alcun favore a te stesso o alle persone intorno a te. Sei contagioso con gli altri a partire da un giorno prima ancora di notare i sintomi dell'influenza, e per un massimo di 5-7 dopo esserti ammalato.
  • Se hai l'influenza, ci sono farmaci da prescrizione come Tamiflu, Relenza e Xofluza che diminuiranno il tempo che devi affrontare per ammalarti. Se inizi a prenderlo entro due giorni dai primi sintomi, riduci il tempo di malattia di circa due giorni.

Leggi di più come questo:
Colpi di influenza demistificati
Guida completa per influenza / raffreddore
Il modo sorprendente in cui puoi avere l'influenza


Sentirsi brutti: come diventare belli e accettare i propri difetti (Ottobre 2020).