Molti operatori sanitari si chiedono se le donne dovrebbero continuare ad avere Pap test e mammografie dopo i 65 anni. Un Pap test, o Pap test, screening per cellule precancerose o cancerose sulla cervice, che possono portare al cancro cervicale. Una mammografia può rilevare il cancro al seno.

È importante notare che le linee guida sono proprio questo: linee guida basate su dati provenienti da grandi popolazioni. Potrebbero non applicarsi a tutte le donne, specialmente a coloro che hanno circostanze uniche. Ammettiamolo: quelle donne possono essere più stimolanti e più gratificanti quando forniamo assistenza personalizzata e personalizzata.

Le attuali linee guida dell'American Society for Colposcopy and Cervical Pathology (ASCCP) per Pap test differiscono da quelle della US Preventive Services Task Force (USPSTF). Ecco perché è importante che tutte le donne discutano di screening sanitari preventivi con il proprio medico.


Le linee guida USPSTF raccomandano di interrompere Pap test a 65 anni se ci sono stati schermi precedenti adeguati. Tuttavia, la definizione di "schermate precedenti adeguate" non è chiara.

Le linee guida ASCCP raccomandano alle donne di interrompere il Pap test a 65 anni solo se ci sono stati tre Pap test negativi consecutivi o due HPV negativi consecutivi, il più recente entro cinque anni. Le sue linee guida non includono le donne che hanno avuto CIN 2 o peggio negli ultimi 20 anni. (Le CIN 2 sono cellule moderatamente anormali trovate sulla superficie della cervice, di solito causate da alcuni tipi di papillomavirus umano. Queste cellule non sono cancerose ma possono diventare cancerose se non trattate).

ASCCP raccomanda inoltre di interrompere i test a 65 anni dopo un'isterectomia per malattia benigna.


Più del 40 percento dei tumori al seno sono diagnosticati in donne di età superiore ai 65 anni. Le linee guida per le mammografie dell'American Cancer Society affermano che l'età da sola dovrebbe non essere la ragione per fermare le mammografie, a condizione che la donna non abbia gravi problemi di salute cronici.

L'USPSTF afferma che le donne dovrebbero avere una mammografia a soli due anni dai 50 ai 74 anni e che per le donne di età pari o superiore a 75 anni, le prove attuali non sono sufficienti per valutare i benefici e i danni causati dalla diagnosi eccessiva e da possibili procedure, biopsie e trattamenti non necessari.

Questo blog è originariamente apparso su Dose giornaliera di Nurse Barb. Barb Dehn è un'infermiera di salute femminile, autrice pluripremiata ed esperta di salute riconosciuta a livello nazionale. Si esercita con donne donne fisiche nella Silicon Valley della California.


La sessualità nella terza età: come cambia, quali emozioni può dare (Ottobre 2020).