Sei pronto a conoscere le mie esplorazioni e libagioni culinarie a Santorini? Era metà settimana a Santorini e io e la figlia A non vedevamo l'ora di saperne di più sulla cultura enogastronomica della regione con Santorini Wine Trails.

Ci eravamo registrati in anticipo per il "Foodie Tour", che include visitare una fattoria a conduzione familiare, passeggiare in un vigneto di 80 anni e assaggiare vini e birra locali. (Nota: la sorella N non si è unita a noi per il tour. Voleva riposare dopo la faticosa escursione del giorno precedente da Fira a Oia.)


Il fico d'india cresce nella fattoria a conduzione familiare a Santorini.

Iliana, la nostra guida, è venuta a prenderci all'ufficio postale di Oia verso metà mattina. Altre tre donne in vacanza da Chicago si unirono al nostro gruppo al prossimo ritiro.

Iliana era piena di storia dell'isola. Le abbiamo detto che ci stavamo godendo la bellezza di Oia e del nostro alloggio alla Loukia Cave House di Nicoletta. Ha condiviso i dettagli di come Santorini e Oia sono cambiate nel corso degli anni.


"Tutto ciò che è successo qui - strade, aziende - è accaduto negli ultimi 20-25 anni", ha detto Iliana. "Dopo il terremoto del 1956, le persone hanno avuto paura e hanno lasciato l'isola. Negli anni '80, sono avvenuti ulteriori investimenti e la gente ha iniziato a tornare".

La campagna di Santorini è cambiata molto da quando sono state costruite le strade.


Abbiamo condiviso la nostra storia sulla nostra escursione attraverso le montagne da Fira, la capitale di Santorini, a Oia. "Oia era sempre isolata dal resto dell'isola. L'escursione era l'unico modo per arrivarci in origine. Fino alla metà degli anni '90, quando hanno iniziato a costruire le strade, è possibile arrivarci in auto", ha detto Iliana.

Ha spiegato che Santorini ha la stagione turistica più lunga, da sei a sette mesi, rispetto alle altre isole greche. Ha detto che Santorini ha circa 18.000 persone ma può andare a 100.000 nei giorni di crociera. Wow-o-wow, non c'è da stupirsi che Oia sia così affollata durante il giorno!

Abbiamo visitato la cantina Gaia, una delle 13 cantine di Santorini.

Crescita senza acqua nella fattoria
Nella fattoria a conduzione familiare abbiamo visto come coltivano fave greche, pomodorini, melanzane bianche, fichi d'india e capperi e come raccolgono i pistacchi dagli alberi di pistacchio.

I pistacchi crescono sugli alberi.

È difficile coltivare ortaggi a Santorini a causa della mancanza di pioggia. "Dopo l'eruzione del vulcano, il clima è cambiato completamente", ha detto Iliana. Ha spiegato come le cose crescono con un minimo di acqua. Ad esempio, i pomodorini crescono nella sabbia e ottengono acqua attraverso la roccia vulcanica della pomice.

I raccolti sono piccoli (ecco perché il cibo è così costoso sull'isola) ma i sapori sono intensi: le melanzane bianche sono più dolci, i pistacchi hanno un profumo delizioso e i capperi sono più piccanti perché il vento agisce come uno spray e l'acqua salata viene assorbita nel cappero.

Iliana ci ha detto che i semi di fava sono cresciuti fin dall'antichità e che i fagioli sono la principale fonte di proteine ​​per i nativi. Quando sono cotti, le fave hanno una consistenza cremosa, quasi come l'hummus.

I capperi sono anche molto popolari e molto grandi a Santorini. Li puoi trovare in ogni ristorante locale, specialmente nelle insalate greche. Adoro i capperi.

A ed io eravamo entusiasti della nostra degustazione. Abbiamo assaggiato pomodori secchi, marmellata di fichi e pomodori e fave appena cucinate, che erano assolutamente deliziose. Le favole mi sono piaciute così tanto che ho comprato una confezione regalo per la mia migliore amica e una confezione più piccola per me stesso. (BFF L è un grande chef e ha già perfezionato le sue cremose fave, mentre sto ancora lavorando sulle mie capacità di sbattere.)

Abbiamo assaggiato le fave cotte cremose e i pomodorini.

Degustazione e tostatura a Santorini Vineyards and Brewery
Successivamente è stata una passeggiata intorno a un vigneto molto vecchio e storico. Principalmente i vini bianchi sono prodotti a Santorini, e gran parte del vino delle cantine che abbiamo visitato viene esportato. Abbiamo visto viti vecchie di 200 anni che continuano a produrre uva.

Iliana ha spiegato come crescono le radici della vite. "Ci sono alcune viti sull'isola che sono coltivate come un cesto a causa del caldo e del vento. Sotto ogni cesto c'è una roccia per aiutare la circolazione dell'aria attorno all'uva. Le pietre pomici portano umidità. Il cestello richiede molto lavoro ogni anno e l'uva viene raccolta a mano ", ha detto.

I cestini della vite crescono a terra.

Alla Tenuta Argyros abbiamo assaggiato una varietà di vini bianchi prodotti con uve provenienti da vecchie viti. Abbiamo sorseggiato vini da dessert, che sono più spessi e più dolci di quelli della cena. Olive, concentrato di pomodoro puro, formaggi di Creta e fette biscottate (un popolare pane greco doppio cotto) erano ottimi accompagnamenti ai vini.

Il concentrato di pomodoro greco, i formaggi, le olive e il pane croccante due volte al forno sono deliziosi accompagnamenti.

Successivamente, ci siamo fermati al Donkey Brewery, dove tutte le birre sono non filtrate e non pastorizzate. I miei compagni di tour erano pronti a bere un po 'di birra. Sono passato perché non bevo birra.

Prendersi del tempo per una foto madre-figlia fuori dalla cantina Argyros.

Presto arrivammo alla cantina Gaia sulla spiaggia, un posto incantevole per la nostra ultima tappa del tour. Questa cantina era una fabbrica di pomodori e ora produce vino bianco e aceti. I vini di Gaia sono molto più forti e migliori da consumare con il cibo. I proprietari hanno servito più fette biscottate, concentrato di pomodoro e capperi da mangiare. Era tutto così bello, così bello, così bello.

La cantina Gaia si trova sulla spiaggia.

Abbiamo ringraziato Iliana per un favoloso tour gastronomico. È stata una giornata illuminante e consiglio vivamente di prenotare un tour con Santorini Wine Trails quando visiti.

Tramonto a Santorini
Il sole stava tramontando in un'altra fantastica giornata. Ci siamo incontrati con N e ci siamo goduti la cena sul tetto dell'Oia Gefsis, un posto incantevole per ammirare la vista mozzafiato del tramonto.

I tramonti di Oia sono da non perdere.

Eravamo stanchi ma contenti di avere ancora qualche giorno di vacanza per sperimentare le spiagge di Santorini e fare una crociera in catamarano sull'isola.

Post scriptum Nel caso in cui ti siano mancati i miei post precedenti sul mio soggiorno ad Atene, dai un'occhiata qui sotto:

Il mio primo viaggio in Grecia: l'incredibile vecchio mondo di Atene
Il mio primo viaggio in Grecia: scalare la cima dell'Acropoli
Il mio primo viaggio in Grecia: immergermi negli splendori di Santorini

Questo post è originariamente apparso su aboomerslifeafter50.com.


Greek Street Food Tour in Athens, Greece (Agosto 2020).