Un trattamento che sfrutta la potenza di batteri utili che vivono naturalmente sulla pelle potrebbe essere un trattamento innovativo per l'eczema, suggeriscono le prime ricerche.

La terapia si basa sulle recenti intuizioni sull'importanza del "microbioma" - i trilioni di batteri utili che vivono nel tratto digestivo delle persone e sulla loro pelle.

"Applicando batteri da una fonte sana sulla pelle delle persone con dermatite atopica [eczema], miriamo ad alterare il microbioma cutaneo in modo da alleviare i sintomi e liberare le persone dall'onere del trattamento costante", ha spiegato il ricercatore principale dello studio , Dr. Ian Myles.


L'eczema è un disturbo infiammatorio della pelle che rende la pelle pruriginosa e secca e vulnerabile a eruzioni cutanee e infezioni. Sia gli adulti che i bambini possono soffrire di questa condizione. La causa esatta della malattia non è nota, ma si ritiene che i batteri e altri microbi che vivono sulla pelle possano svolgere un ruolo importante.

Nella nuova ricerca, vivi Roseomonas mucosa - un batterio naturalmente presente sulla pelle - è stato prelevato da persone senza eczema e applicato sulla pelle di 10 pazienti adulti e cinque pazienti con eczema pediatrico.

Due volte alla settimana per sei settimane, i partecipanti adulti hanno spruzzato acqua zuccherata contenente quantità crescenti di batteri "buoni" sul loro gomito interno e su un'altra area della pelle di loro scelta. Hanno anche continuato con il loro trattamento eczema regolare. I bambini dello studio hanno subito un protocollo simile per 12 settimane, quindi hanno aumentato la dose a giorni alterni per altre quattro settimane.


Dopo alcune settimane, la gravità dell'eczema dei pazienti è stata ridotta e alcuni hanno riferito di essere in grado di ridurre le creme steroide che avevano usato per trattare il loro eczema. Non sono state riportate complicazioni dal trattamento, secondo gli autori dello studio.

Complessivamente, sei dei 10 adulti e quattro dei cinque bambini hanno avuto un miglioramento di oltre il 50% nei sintomi dell'eczema entro la fine dello studio.

"Questo studio ha un potenziale eccitante per un giorno di avere un trattamento per milioni di persone affette da eczema", ha affermato il dott. Michele Green, dermatologo del Lenox Hill Hospital di New York City.


"La cosa più eccitante è che la" cura "può avvenire attraverso il microbioma cutaneo stesso", ha affermato Green, che non è stato coinvolto nel nuovo studio.

C'è stata un'altra scoperta interessante: alcuni prodotti chimici chiamati parabeni, comunemente presenti nelle creme idratanti e in altri prodotti per la cura della pelle, sono stati trovati per inibire la crescita di R. mucosa. Ciò suggerisce che questi prodotti potrebbero ostacolare le difese della pelle contro l'eczema, ha detto il gruppo di Myles.

La ricerca è stata finanziata dal National Institute of Allergy and Malattie infettive (NIAID) degli Stati Uniti e pubblicata sulla rivista il 3 maggio JCI Insight.

"Se i futuri studi clinici dimostreranno che questa strategia è efficace, speriamo che il nostro lavoro porti allo sviluppo di nuove terapie per la dermatite atopica a basso costo che non richiedono un'applicazione quotidiana", ha affermato Myles, un ricercatore NIAID, in un comunicato stampa dell'istituto.

Dr. Anthony Fauci è il direttore dell'agenzia. "Vivere con la dermatite atopica può essere fisicamente ed emotivamente impegnativo", ha detto nel comunicato. "Mentre il trattamento può aiutare a gestire i sintomi, le terapie attualmente disponibili possono richiedere molto tempo - richiedere molteplici applicazioni quotidiane - e costose.

"Sono necessarie nuove terapie economiche che richiedono un'applicazione meno frequente per espandere le opzioni disponibili per il trattamento della dermatite atopica", ha affermato Fauci.


Come si cura la dermatite atopica? Terapie tradizionali e nuovi farmaci (Agosto 2020).