I calcoli renali stanno diventando più comuni, specialmente nelle donne, hanno scoperto nuove ricerche.

Migliori strumenti diagnostici potrebbero essere parte del motivo del costante aumento delle diagnosi, secondo i ricercatori della Mayo Clinic.

Usando le scansioni CT, "ora stiamo diagnosticando calcoli renali sintomatici che precedentemente non sarebbero stati diagnosticati perché non sarebbero stati rilevati", ha detto il ricercatore capo Dr. Andrew Rule in un comunicato stampa di Mayo.


Rule e i suoi colleghi hanno analizzato le registrazioni di oltre 7.200 residenti nella contea di Olmsted, Minn., A cui sono stati diagnosticati per la prima volta calcoli renali tra il 1984 e il 2012.

Gli investigatori hanno scoperto che le donne, in particolare quelle dai 18 ai 39 anni, hanno sviluppato pietre più spesso degli uomini. Molto probabilmente avevano calcoli cosiddetti di infezione, accusati di infezioni croniche del tratto urinario.

I calcoli alla vescica erano meno comuni. Tuttavia, sono stati trovati più spesso negli uomini, a causa di blocchi che coinvolgono la prostata.


Le persone inclini a calcoli renali dovrebbero apportare alcune modifiche alla loro dieta per aiutare a prevenire le recidive, i ricercatori hanno consigliato. Ciò può includere bere più acqua, ridurre l'assunzione di sale e mangiare meno carne.

Ulteriori informazioni: Come evitare di ottenere calcoli renali

I ricercatori hanno notato che i loro risultati potrebbero non essere applicabili a tutti perché i partecipanti allo studio erano principalmente bianchi. I bianchi hanno un rischio maggiore di calcoli renali rispetto ad altri gruppi razziali, hanno detto.

Inoltre, i ricercatori hanno affermato che se oltre alle migliori tecniche di imaging sia responsabile della presenza più frequente di calcoli renali nelle donne, saranno necessari ulteriori studi.

I risultati sono stati pubblicati nel numero di marzo di Atti della Mayo Clinic.


Calcoli renali, come si eliminano senza traumi né dolori (Febbraio 2021).