Una nuova ricerca suggerisce che gli uccelli mattinieri possono avere un vantaggio rispetto ai nottambuli in termini di salute e peso.

Gli investigatori in Finlandia hanno scoperto che le persone del mattino tendono a mangiare meglio e prima della giornata rispetto ai tipi a letto tardi.

Il risultato: un maggiore rischio di obesità per i nottambuli, ha dichiarato l'autore principale dello studio Mirkka Maukonen, dell'Istituto nazionale per la salute e il benessere di Helsinki.


"Abbiamo scoperto che i nottambuli avevano posticipato i tempi di assunzione di cibo e modelli alimentari meno favorevoli con assunzioni più elevate di saccarosio, grassi e grassi saturi nelle ore serali rispetto ai primi uccelli", ha detto Maukonen, dottoranda nel dipartimento di soluzioni di sanità pubblica . Il saccarosio è un tipo di zucchero.

La dietista registrata Lona Sandon, del Southwestern Medical Center dell'Università del Texas a Dallas, non è stata sorpresa dai risultati. Ha detto che la fisiologia e la biologia probabilmente giocano un ruolo.

"Ricerche passate hanno dimostrato che gli ormoni che incidono sull'appetito e sul metabolismo - il modo in cui il nostro corpo utilizza o immagazzina energia - sono prodotti a diversi livelli durante il giorno e la notte", ha affermato Sandon, che non è stato coinvolto nello studio.


"La quantità di sonno e il periodo di sonno possono influenzare la produzione di questi ormoni e quindi determinare differenze di appetito o scelte alimentari, nonché composizione corporea e peso", ha spiegato.

Quindi cosa deve fare un nottambulo?

"Cambiare le abitudini del sonno, proprio come cambiare le abitudini alimentari, è difficile per molte persone", ha affermato Sandon. "Ma può valere la pena per le persone provare per la propria salute."


I ricercatori hanno scoperto che anche i nottambuli si sono impegnati in un'attività fisica meno ordinaria, hanno avuto maggiori difficoltà a dormire e avevano maggiori probabilità di fumare. E un numero minore di nottambuli si è classificato in buona salute o forma generale, rispetto alle persone del mattino.

Il gruppo di studio si è concentrato su quasi 1.900 adulti finlandesi dai 25 ai 74 anni che avevano partecipato a uno studio nutrizionale nazionale o uno studio nazionale sulle malattie cardiache nel 2007.

Per lo studio sulla nutrizione, i partecipanti hanno completato i diari alimentari di 48 ore che descrivevano l'apporto calorico giornaliero e il consumo di carboidrati, zucchero, fibre, proteine, grassi e acidi grassi saturi e alcool.

Sono stati registrati anche i pasti dei giorni feriali e del fine settimana.

L'altro studio ha esaminato le ore totali dormite quotidianamente e il tempo di sveglia di routine. È stato anche valutato il momento della giornata in cui i partecipanti hanno lavorato e / o svolto compiti fisici difficili.

Quasi la metà dei partecipanti erano considerati mattinieri, mentre solo il 12% si qualificava come un nottambulo. Circa il 39 percento è caduto da qualche parte nel mezzo, i ricercatori hanno detto.

Il consumo calorico giornaliero totale è stato simile per chi si alza presto e tardi. Ma i nottambuli consumavano il 4 percento in meno di calorie prima delle 10 di mattina ogni giorno e avevano meno energia al mattino, uno schema che è continuato durante le prime ore di luce del giorno.

"È possibile che questo consumo più leggero generi maggiori sentimenti di fame durante il tardo pomeriggio e la sera e quindi porti a scelte alimentari meno sane con più zucchero e grassi", ha detto Maukonen.

I nottambuli tendevano a consumare meno carboidrati, proteine ​​e grassi durante il giorno, con una sola eccezione: lo zucchero. Hanno preso molto più zucchero al mattino e dopo le 20:00 dei primi uccelli. Hanno anche gravitato verso più grassi e acidi grassi saturi di notte.

Nei fine settimana, il divario nutrizionale si è ampliato, lo studio ha scoperto.

Ciò non significa che la sera tardi ti condannerà all'obesità. Lo studio ha trovato solo un'associazione tra le abitudini dei nottambuli e il rischio di cattiva salute, non una relazione diretta causa-effetto.

Tuttavia, modificare il tuo programma non può far male, ha suggerito Maukonen.

"Sia che tu sia un mattiniero o un nottambulo, è influenzato metà e metà dai tuoi geni e dai tuoi orari quotidiani che vuoi adottare", ha detto Maukonen. "Pertanto, una cosa che potrebbe giovare ai nottambuli è una maggiore flessibilità negli orari di lavoro, in modo che i nottambuli possano vivere di più in base al loro tempo biologico interno e non contro di esso."

I risultati dello studio sono stati pubblicati di recente sulla rivista Obesità.


Early Birds vs Night Owls (Luglio 2020).