Lamentandosi del burnout e dell'insoddisfazione sul lavoro, molti medici statunitensi hanno in programma di ridurre l'orario di lavoro o di abbandonare del tutto la medicina, rivela un nuovo studio.

"I nostri risultati hanno profonde implicazioni per le organizzazioni sanitarie", secondo i ricercatori dell'American Medical Association (AMA), della Mayo Clinic e della Stanford University.

Lo studio ha rilevato che circa un medico su cinque intende ridurre l'orario di lavoro nel prossimo anno. E circa uno su 50 intende lasciare la medicina per una carriera diversa entro i prossimi due anni.


Le richieste di cartelle cliniche elettroniche erano tra le sfide che portavano all'insoddisfazione del lavoro.

Se solo il 30 percento di quei dottori dovesse seguire i suoi piani per lasciare la medicina, ciò significherebbe una perdita di quasi 4.800 dottori. È quasi come perdere le classi di laurea di 19 scuole di medicina statunitensi in ciascuno dei prossimi due anni, hanno spiegato i ricercatori.

La sostituzione dei medici è costosa per le istituzioni. Un'analisi recente ha stimato il costo a $ 800.000 o più per medico. "Inoltre, il turnover è dirompente per i pazienti, il personale e la cultura organizzativa", hanno scritto gli autori dello studio.


"Una forza lavoro medica energica, impegnata e resiliente è essenziale per raggiungere gli obiettivi sanitari nazionali", ha affermato il dott. David Barbe, presidente dell'American Medical Association.

"Tuttavia il burnout è più comune tra i medici rispetto agli altri lavoratori statunitensi e questo divario aumenta poiché i crescenti ostacoli alla cura dei pazienti contribuiscono alla fatica emotiva, alla spersonalizzazione e alla perdita di entusiasmo tra i medici", ha dichiarato Barbe in un comunicato stampa AMA.

"L'AMA sta sollecitando il Congresso, gli ospedali e i piani sanitari a riconoscere l'imminente crisi come un segnale di allarme precoce della disfunzione del sistema sanitario. I medici americani sono il canarino nella miniera di carbone", ha osservato.

All'indagine del 2014 hanno partecipato quasi 6.700 medici di tutte le specialità. I risultati sono stati pubblicati il ​​1 novembre sulla rivista Atti della Mayo Clinic.


This could be why you're depressed or anxious | Johann Hari (Agosto 2020).