Un nuovo studio sulle donne in gravidanza nei Caraibi conferma ulteriormente che il virus Zika provoca difetti alla nascita, in particolare se l'infezione si verifica all'inizio della gravidanza.

Circa il 7% delle donne con infezione da Zika nei territori francesi dei Caraibi ha partorito bambini che soffrivano di difetti alla nascita del cervello e degli occhi, riferiscono i ricercatori.

Questi numeri sono vicini a quelli riflessi nel registro degli Stati Uniti che traccia i risultati delle gravidanze affette da Zika, i ricercatori hanno osservato.


Il virus "dovrebbe sicuramente essere aggiunto all'elenco degli agenti infettivi che possono causare gravi difetti alla nascita, come lo sono il virus della rosolia, il citomegalovirus e altri", ha affermato il ricercatore capo Dr. Bruno Hoen. È a capo di malattie infettive e tropicali all'Ospedale Pointe-a-Pitre in Guadalupa.

Zika, un virus trasmesso dalle zanzare, è emerso in Brasile nel 2013. Si è diffuso rapidamente in tutto il Sud e Centro America e nei Caraibi, causando in genere solo lievi sintomi negli adulti. Ma i bambini esposti a Zika nell'utero hanno subito gravi conseguenze.

Tra marzo 2016 e novembre 2016, i ricercatori hanno monitorato le gravidanze di 546 donne con infezione da Zika confermata nei territori dei Caraibi francesi della Guyana francese, Guadalupa e Martinica.


I difetti alla nascita si sono sviluppati in 39 feti e neonati, hanno detto i ricercatori.

La microcefalia era il difetto di nascita più comune, che si verificava in 32 feti e neonati. Questo difetto provoca cervelli e teschi anormalmente piccoli.

Diciassette bambini hanno anche mostrato segni della sindrome congenita di Zika, un gruppo di difetti alla nascita che includono microcefalia, diminuzione del tessuto cerebrale, danni agli occhi, articolazioni congelate o disabilitate e rigidità degli arti.


I ricercatori hanno scoperto che il rischio di difetti alla nascita era più alto all'inizio della gravidanza, ma comunque significativo in ogni momento. L'intervallo era quasi il 13 percento nel primo trimestre, meno del 4 percento nel secondo trimestre e più del 5 percento nel terzo trimestre.

Il rischio di microcefalia, in particolare, era di circa il 3,7 percento nel primo trimestre rispetto a meno dell'1 percento nel secondo trimestre e nessuno nel terzo.

Le nuove scoperte sono il 15 marzo New England Journal of Medicine.

"Hanno visto, come abbiamo visto nella nostra sorveglianza, che esiste il rischio di gravi difetti alla nascita con un'infezione in qualsiasi momento durante la gravidanza, ma il rischio è più alto e i risultati sono più gravi per quelle infezioni che si verificano all'inizio della gravidanza, "ha affermato Margaret Honein, responsabile dei difetti alla nascita presso i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Gli studi sul monitoraggio di tutti i bambini nati da gravidanze infette da Zika saranno importanti per valutare tutti gli effetti del virus, ha affermato Honein, che ha scritto un editoriale che accompagna il nuovo documento.

"Ancora più importante sarà il follow-up dei bambini in questa coorte per comprendere appieno l'intera gamma di esiti e disabilità che si verificano", ha affermato Honein.

"Sappiamo che ci possono essere altre conseguenze, come convulsioni, difficoltà a deglutire. Ogni giorno impariamo di più su quali altre disabilità possono avere questi bambini, quali difficoltà di apprendimento potrebbero affrontare", ha continuato Honein. "Abbiamo bisogno di queste informazioni per pianificare i servizi di cui le famiglie avranno bisogno per aiutare questi bambini a prosperare".

Lo studio sottolinea anche la necessità che le donne stiano attente, anche se al momento non c'è infuria epidemia di Zika in molte parti del mondo, ha concluso Honein.

"Mentre Zika è sbiadito dai titoli dei giornali, è di fondamentale importanza che le donne in gravidanza non viaggino in aree a rischio di Zika e che le donne in gravidanza che vivono in aree con Zika prendano provvedimenti per prevenire le punture di zanzare e la trasmissione sessuale", ha detto.

Uno studio pubblicato a gennaio ha suggerito che questi difetti alla nascita si verificano a causa della schiacciante risposta immunitaria di una donna a Zika, piuttosto che direttamente dal virus stesso. Quello studio è apparso sul diario Immunologia scientifica.


The Tale of Two Thrones - The Archangel and Atlantis w Ali Siadatan - NYSTV (Agosto 2020).